EXPERT – Modulo 09

L'evento è concluso

 

LIVELLO EXPERT – Modulo 09

Soluzioni di Intelligenza Artificiale per la Comunicazione Tecnica


 

Modulo in lingua inglese. Per informazioni sul servizio di interpretazione simultanea contattare coordinamento@comtec-italia.org


 

Smart/ Datafied / Autonomous: come l’Intelligenza Artificiale crea nuovi ruoli e compiti per la comunicazione tecnica

L’intelligenza artificiale è spesso mistificata come la tecnologia “scatola nera” che fa il suo lavoro miracolosamente nel creare veicoli a guida autonoma, robot e processi intelligenti.

In realtà, l’IA è una disciplina accademica in crescita e una pratica sociotecnica che consiste nell’implementare diverse tecniche computazionali per aumentare le attività umane da parte di attori non umani.

Le implicazioni dell’IA sono di vasta portata e ci impongono di considerare come l’autonomia dell’IA possa contribuire a indirizzare meglio gli utenti, ma anche a creare opportunità per i comunicatori tecnici di vedere il loro valore nell’aiutare e sostenere gli utenti.

In questa sessione cercheremo di demistificare il lavoro svolto dall’intelligenza artificiale, ripensando i ruoli dei comunicatori tecnici e introducendo una pratica di utilizzo dell’IA per comprendere l’utente (utilizzando Google Analytics).

 

Questo workshop è suddiviso in due parti:

 

PARTE I: Prospettive Smart/ Datafied / Autonomous

Fornisce tre prospettive uniche sui processi informati dall’IA in contesti di città intelligenti, su come le pratiche contemporanee di analisi dei dati ci aiutano a comprendere gli utenti e i loro processi in contesti “datafied” e su come gli agenti non umani lavorano insieme agli esseri umani in modo autonomo (Human-Autonomy Teaming).

L’obiettivo di questa parte è quello di stimolare domande e modi diversi di pensare all’IA.

 

PARTE II: Usare l’IA per capire l’utente: Google Analytics

La seconda parte prevede un workshop pratico su Google Analytics, che utilizza l’IA per analizzare i dati in modo da comprendere meglio gli utenti e ciò che fanno quando arrivano sul vostro sito.

 

Più dettagli sui focus delle due sessioni:

 

Intelligenza artificiale e città intelligenti: Come le tecnologie “intelligenti” influenzano il lavoro dei comunicatori tecnici

Le Nazioni Unite prevedono che entro il 2050 circa due terzi della popolazione mondiale vivrà in città (Streitz, 2015; Zhou et al., 2019).

Per questo motivo, le città intelligenti sono viste come un modello di sviluppo e innovazione urbana in cui vengono creati processi intelligenti per i cittadini attraverso una maggiore condivisione dei dati e l’intelligenza artificiale.

Le città intelligenti, in quanto sistemi operativi urbani, rappresentano un’opportunità per ripensare ciò che i Comunicatori Tecnici “fanno”.

Se consideriamo che siamo già in contesti intelligenti, con i nostri dispositivi mobili che ci inviano informazioni e permettono alle tecnologie di agire per noi in modi nuovi, i Comunicatori Tecnici hanno molto da dirci sul presente e sul futuro.

In questo workshop presenteremo come i comunicatori tecnici possono fare la differenza in contesti intelligenti.

 

Ricontestualizzare l’uso dei dati analitici per l’analisi del pubblico nella comunicazione tecnica

I Comunicatori Tecnici sul posto di lavoro hanno il compito di gestire risorse digitali come siti web e piattaforme di social media per conto dei loro datori di lavoro.

A loro viene anche chiesto di interpretare e utilizzare le informazioni acquisite dagli strumenti di analisi dei dati per fornire aggiornamenti di routine basati sul comportamento degli utenti (Ranade, 2021).

Gli strumenti di analisi dei dati forniscono rapporti aggregati sul comportamento degli utenti all’interno e intorno a tali proprietà digitali (Hocutt, 2016).

Questa presentazione posiziona l’analisi dei dati come un sistema informativo complesso (Albers, 2015; Slattery, 2007) che serve come strumento per i Comunicatori Tecnici che gestiscono i contenuti web per condurre l’analisi degli utenti a integrazione dei metodi di Test di Usabilità.

L’analisi dei dati è un’alfabetizzazione digitale critica che i Comunicatori Tecnici devono studiare, comprendere e praticare sul posto di lavoro.

Consideriamo l’uso dell’analisi dei dati come un metodo problematico ma necessario che i Comunicatori Tecnici dovrebbero conoscere, saper implementare e combinare con altri metodi di analisi del pubblico.

 

Human-Autonomy Teaming (HAT) nella Comunicazione Tecnica

L’interattività Uomo-Non-Uomo è digitalmente parte di entrambi.

Gli agenti AI non umani sono rappresentati in forma umanoide attraverso assistenti digitali ispirati all’uomo (ad esempio, Alexa, Siri) e assistenti virtuali (Pedersen & Duin, 2022).

Un’altra trasformazione è l’emergere di mezzi sempre più sofisticati per collaborare con agenti AI attraverso avatar digitali.

Questi agenti non umani si intrecciano sempre più con le relazioni umane/interpersonali.

In questa parte del training ci concentriamo sullo Human-Autonomy Teaming (HAT) nella Comunicazione Tecnica.

Condivideremo esempi per fornire a studiosi, docenti e professionisti una maggiore comprensione degli agenti non umani, dell’impatto degli algoritmi e dell’IA sulla comunicazione tecnica e delle questioni socio-etiche che circondano gli agenti autonomi.

Discuteremo come i comunicatori tecnici possano prepararsi e praticare al meglio lo Human-Autonomy Teaming.

 

Indagine sull’Analisi dei Dati con l’Intelligenza Artificiale per l’Analisi degli Utenti in TC

Cerchiamo di condividere il framework Planning-Implementation-Testing (P-I-T) che consente ai Comunicatori Tecnici di incorporare nella loro attività l’analisi dei dati e l’IA nell’analisi dell’audience. L’analisi dei dati è un campo e una pratica più spesso studiati e praticati al di fuori del campo della Comunicazione Tecnica. Tuttavia, le vite digitali del nostro pubblico generano una scia di data point che vengono regolarmente estratti per la business intelligence e il marketing.

Questi stessi set di dati, se esaminati in modo critico, possono offrire una ricca esperienza di apprendimento per i Comunicatori Tecnici che cercano metodi per integrare gli strumenti di test degli utenti e di analisi dell’audience esistenti.

Utilizzando il metodo che condivideremo, speriamo di fornire ai Comunicatori Tecnici la possibilità di mantenere i prodotti informativi studiando i processi di raccolta e aggregazione dei dati analitici, interpretando le metriche degli utenti in modo critico e sviluppando raccomandazioni attuabili per soddisfare le esigenze del pubblico.

Riteniamo che questo training aiuterà a colmare le lacune di conoscenza ed esperienza che i Comunicatori Tecnici potrebbero incontrare quando viene chiesto di utilizzare strumenti di analisi dei dati per l’analisi e la manutenzione del sito Web, la business intelligence e la progettazione incentrata sull’utente.

 

———-////———-

 

 

Smart/ Datafied / Autonomous: How Artificial Intelligence Create New Roles and Tasks for Technical Communication

Artificial intelligence is often mystified as a “black box” technology that does its work miraculously in creating self-driving vehicles, robots and intelligent processes.

In reality, AI is a burgeoning academic discipline, and a sociotechnical practice of implementing different computational techniques to augment human activities by non-human actors. The implications of AI are far-reaching and require us to consider how the autonomy of AI can help better address users but also creates opportunities for technical communicators to see their value in being user advocates.

In this session we seek to demystify the work that artificial intelligence does by rethinking the roles of technical communicators while also introducing a practice of using AI to understand the user (using Google Analytics).

 

This two-part workshop will be organized in two parts:

 

PART I: Smart/ Datafied / Autonomous perspectives

Provides three unique perspectives on AI-informed processes from smart cities contexts, how contemporary data analytics practices help us understand users and their processes in datafied contexts, and how non-human agents work together with humans in autonomous ways (Human-Autonomy Teaming).

The aim of this part is to raise questions and different ways to think about AI.

 

PART II: Using AI to understand your user: Google Analytics

Part II will provide a practical workshop on Google Analytics, which uses AI to parse data so as to better understand users and what they do when they get to your site.

 

More details on the focuses of the two sessions:

 

Artificial Intelligence and Smart Cities: How “Smart” Technologies Impact Work Done by Technical Communicators

The United Nations projects that by the year 2050 roughly two-thirds of the world’s population will live in cities (Streitz, 2015; Zhou et al., 2019).

For this reason, smart cities are seen as a model for urban development and innovation where smart processes for citizens are created through increased data sharing and artificial intelligence.

Smart cities, as urban operating systems, represent opportunities for rethinking what technical communicators “do”.

 

If we consider that we are already in smart contexts with our mobile devices pushing information to us and allowing technologies to act for us in new ways, Technical Communicators have a lot to tell us about the present and the future.

In this workshop, we present how technical communicators can make a difference in smart contexts.

 

Recontextualizing the use of  Data Analytics for Audience Analysis in Technical Communication

Technical communicators in the workplace are tasked with maintaining digital assets like websites and social media platforms on behalf of their employers.

They are also asked to interpret and use insights captured in data analytics tools to provide actionable, routine updates based on user behavior (Ranade, 2021).

Data analytics tools provide aggregated reports of user behavior on and around such digital properties (Hocutt, 2016).

This presentation positions data analytics as a complex information system (Albers, 2015; Slattery, 2007) that serves as a tool for technical communicators managing web content to conduct user analysis to supplement usability testing methods.

We position data analytics as a critical digital literacy that technical communicators need to study, understand, and practice in workplace settings.

We consider using data analytics as problematic but necessary methods that technical communicators should be aware of, know how to implement, and combine with additional audience analysis methods.

 

Human-Autonomy Teaming (HAT) in Technical Communication

Human-nonhuman interactivity is becoming digitally embodied on both sides.

Non-human AI agents are represented in humanoid form through human-inspired digital assistants (e.g., Alexa, Siri) and virtual teachers (Pedersen & Duin, 2022).

Another transformation is the emergence of increasingly sophisticated means to collaborate with AI agents through digital avatars.

These non-human agents are increasingly intertwined with human/interpersonal relationships.

In this part of the training, we focus on such human-autonomy teaming (HAT) in Technical Communication.

We share examples to provide scholars, instructors, and practitioners with greater understanding of non-human agents, the impact of algorithms and AI on Technical Communication, and the socio-ethical issues surrounding autonomous agents.

We will discuss how technical communicators might best prepare for and practice human-autonomy teaming.

 

Investigating Data Analytics with AI for User Analysis in TC

We seek to share the Planning-Implementation-Testing (P-I-T) framework that enables Technical Communicators to incorporate data analytics and AI in audience analysis in their work.

Data analytics is a field and practice most often studied and practiced outside the TC field, yet the digital lives of our audiences generate a trail of data points that are regularly mined for business intelligence and marketing.

These same data sets, when examined critically, can offer a rich learning experience for Technical Communicators seeking methods to supplement existing user testing and audience analysis tools.

Using the method we will share, we hope to equip Technical Communicators to maintain information products by studying analytics data collection and aggregation processes, interpreting user metrics critically, and developing actionable recommendations to address audience needs.

We believe this workshop will help fill knowledge and experience gaps that Technical Communicators may encounter when asked to use data analytics tools for website analysis and maintenance, business intelligence, and user-centered design.

 


 

Il Modulo 9 comprende 2 sessioni formative nelle date e orari seguenti:

  • Lunedì 6 giugno, ore 16:00-18:30
  • Lunedì 13 giugno, ore 16:00-18:30

 

Vedi sotto per il dettaglio delle singole Sessioni.

  • Ann Hill Duin
  • Daniel L. Hocutt
  • Gustav Verhulsdonck
  • Isabel Pedersen
  • Jason Tham
  • Nupoor Ranade
Sessione Formativa
16:00 ÷ 18:30
University of Minnesota
University of Richmond
Central Michigan University
Ontario Tech University
Texas Tech University
George Mason University
  • Ann Hill Duin
  • Daniel L. Hocutt
  • Gustav Verhulsdonck
  • Isabel Pedersen
  • Jason Tham
  • Nupoor Ranade
Sessione Formativa
16:00 ÷ 18:30
University of Minnesota
University of Richmond
Central Michigan University
Ontario Tech University
Texas Tech University
George Mason University
Ann Hill Duin

Ann Hill Duin

University of Minnesota
Gustav Verhulsdonck

Gustav Verhulsdonck

Central Michigan University
Daniel L. Hocutt

Daniel L. Hocutt

University of Richmond
Isabel Pedersen

Isabel Pedersen

Ontario Tech University
Jason Tham

Jason Tham

Texas Tech University
Nupoor Ranade

Nupoor Ranade

George Mason University

Dettaglio Modulo

6 Giugno 2022 16:00
13 Giugno 2022 18:30
Online

Extra Info

Modulo in lingua inglese.
Per informazioni sul servizio di interpretazione simultanea contattare coordinamento@comtec-italia.org